GoPro è un marchio che non poteva non fare una camera a 360°. Con l'esperienza maturata negli anni, nel settore action cam, ha tutte le risorse per fare un'ottimo lavoro e rilasciare una camera potente, efficace e facile da usare. La Fusion è davvero questa camera ?

Video

Questa camera fa i video in 5.2K ! Per il 360 non è il top, ma ci siamo quasi. È di alta qualità. Sicuramente meglio del solito 4K e, soprattutto se visto da mobile, dà quei dettagli in più che servono per apprezzare veramente un video.

 

E ad aumentare l'impatto visivo del video c'è anche la stabilizzazione perchè la GoPro Fusion ha una stabilizzazione veramente impresionante. È come se per registrare venisse usato un gimbal. Ci sono due tipi di stabilizzazione :

Anti-Shake che stabilizza il video ed àncora la visuale. Nel senso che se stai guardando una certa inquadratura, girando la camera gira anche al visuale.

Full-Stabilization che stabilizza completamente il video liberando la visuale. Mentre stai guardando in una direzione, anche se la camera viene girata da un'altra parte, tu continui a guardare in quella direzione.

 

E se vogliamo avvalorare ancora di più il video, c'è uno stitching davvero ottimo. Guardando il video l'unione neanche si nota se non ci si avvicina veramente tanto alla camera.

 

Tuttavia, se si va ad analizzare frame per frame il video, nella zona dello stitching succedono delle anomalie dovute allo stitching. Nel senso che c'è qualche deformazione degli oggetti più lontani, in qualche frame si può vedere il taglio anche a diversi metri di distanza. Ma sono cose che non si notano guardando il video normalmente (per vedere meglio questo fenomeno, guardate la video recensione)

Foto

 

Le foto sono ... buone. La Fusion scatta foto a 18MP in 6K che non è eccezionale, però è abbastanza per avere delle foto sopra la media.

 

C'è la possibilità di scattare in RAW, e quindi avere più flessibilità durante l'editing, oppure jpeg o tiff. C'è la possibilità (sia per le foto che per i video) di attivare il Protune, che permette di regolare manualmente gli ISO e l'esposizione.

 

Le foto sono leggermente desaturate, però i colori sono molto buoni e questo ti permette di di giocare un po' di più con i colori durante l'editing. L'esposizione è ben bilanciata durante tutte le fasi delal giornata ed è molto buona in condizioni di scarsa luminosità, infatti, anche scattando in automatico, le foto sono veramente invidiabili.

 

Ovviamente sia per le foto che per i video c'è anche la modalità notturna che tiene il diaframma aperto per più tempo.

 

Tuttavia le foto hanno una nitidezza non proprio al TOP. C'è un po' di sfocatura generale che diventa più accentuata nelle zone dello stitching e soprattutto si vede molto negli alberi. Personalmente mi apsettavo di più da una camera che costa circa il doppio delle "normali" camere consumer.

Ovviamente sto parlando di scatti in automatico.

 

Per quelli più esperti di editing, la GoPro Fusion scatta anche in RAW. I files vengono salvati sulel due microSD che servono per far funzionare la camera (sì, ben 2) e ogni file RAW va prelevato, editato singolarmente con un programma di terze parti (per esempio Lightroom), salvto in .jpeg con il suffisso _GPR e messo in una cartella assieme ai rispettivi jpeg forniti dalla camera. Solo poi questi files possono essere aperti con Fusion Studio e quindi essere stitchati.

 

Eh già, veramente easy.

 

Per quanto riguarda lo stitching delle foto, è veramente buono. Superati i 40cm, circa, l'immagine ha un'unione perfetta.

Più o meno i bonus di questa camera sono finiti perchè da quì in poi ci sono molti dettagli che potranno farvi desistere dall'acquisto di questa camera, ma ti consiglio di leggere l'articolo fino alla fine.

Questa camera non ha l'autoscatto. Non puoi selezionare 3 secondi di attesa e poi fare un singolo scatto. Per questo tipo di cose devi per forza selezionare il time lapse oppure controllare la camera da remoto. Selezionare il time lapse è la soluzione migliore, soprattutto se non si ha uno smartphone compatibile, ma si rischia di fare più foto.

Per quanto riguarda il controllo remoto, arrivano i problemi. Le due possibili soluzioni sono il telecomando, classico della GoPro che non fornisce la live preview e dev'essere acquistato a parte. Oppure lo smartphone usando l'app GoPro. Ma bisogna stare attenti perchè la GoPro Fusion è compatibile con 10 smartphones in croce. Fondamentalmente sono tutti top di gamma degli ultimi anni. Ovviamente piena compatibilità con iPhone, ma se hai un Android potresti avere dei problemi perchè neanche tutti i modelli dei top di gamma sono compatibili.

Personalmente ho un Galaxy S8, modello con il processore Exynos. Questo modello non è compatibile perchè ci sono problemi tra Fusion ed Exynos. Lo stesso discorso vale per il Galaxy S7 che hanno lo stesso tipo di CPU. I modelli che hanno la CPU Snapdragon, invece, vanno bene.

 

Morale della favola, se hai un iPhone, è meglio (ecco perchè dietro la scatola ce n'è disegnato uno)

 

Informandomi un po', ho trovato un sistema per controllare la Fusion anche con il mio smartphone. Questa camera utilizza lo stesso modello WiFi della GoPro Hero6. Quindi, selezionando Hero6 nell'app, il WiFi riconosce la Fusion e la riconosce come GoPro Fusion. Però se seleziono GoPro Fusion mi dice che lo smartphone è incompatibile.

 

Non avendo un altro smartphone Android, di quelli non elencati, non so se questo trucco si possa usare con tutti.

 

Ma questo sistema, ovviamente, comporta delle limitazioni. Oltre ad avere la live preview deformata e buggata in diverse parti, non posso interagire con i contenuti scattati dalla camera.Posso scattare, registrare video, cambiare modalità di scatto e modificare le impostazioni. Posso vedere i contenuti nella griglia, però non li posso scaricare, non posso guardarli a 360, non posso condividerli, niente.

Ma Hey, sono solamente 730€

Quindi come si fa a lavorare sui files della GoPro Fusion per chi non ha uno degli smartphones elencati ?

Ovviamente con un PC.

C'è il programma gratuito GoPro Fusion Studio che permette di fare lo stitching dei files, permette di fare qualche correzione e, durante questa fase, si decide se usare la stabilizzazione e quale tipo si stabilizzazione usare, si decide quale tipo di audio usare (quello direzionale oppure stereo) e il formato di esportazione.

 

Quì abbiamo diverse scelte :

h264, per avere subito l'mp4 da condividere ovunque, però con una risoluzione massima di 4K

CineForm e ProRes, che sono fondamentalmente i formati da editing. Esportando un video in uno di questi formati avremo un file di dimensioni enormi (circa 15GB per 3 min di video in 5.2K). Questi files sono in .mov e hanno bitrate altissimi (oltre 500 mbps video e 3000 kbps audio) per non avere perdite di qualità. Dopo l'esportazione di GoPro Fusion Studio, tuttavia, il file va editato, per esempio con Premiere oppure altri programmi di editing. Per mantenere il 5.2K i video vanno esportati in uno di questi due formati e poi editati con programmi di terze parti ed esportati in h265.

 

Ed eventualmente si possono stitchare i files RAW dopo la procedura descritta prima.

Colors

 

<--- normal by GoPro

 

RAW edited by Save Rock --->

E vogliamo parlare dell'audio ? La GoPro non ha mai avuto un audio buono sulle sue camere e perchè cambiare con la Fusion ? Ci sono 4 microfoni in totale per avere un audio a 360° però non esiste la wind noise reduction. Quindi se sei in un ambiente interno senza vento, va bene. Ma se c'è un filino di vento, se tu respiri mentre registri con la camera, si fa fatica a sentire la voce.

Tra l'altro, non c'è neanche l'attacco a vite standard per i cavalletti (che imbarazzo). Si deve per forza usare un adattatore che non viene neanche fornito nella confezione.

La Fusion, così com'è, è impermeabile fino a 5m. Per ora non esiste un case protettivo per avere un'ulteriore protezione per chi fa sport pericolosi o per chi vuole andare più in profondità. Ma nonostante questo la batteria è estraibile, quindi una volta scarica basta inserirne una nuova per continuare. Durante il lavoro consuma circa 1% al minuto, quindi la batteria originale basta per circa 1h e mezza/ 2h di lavoro. Eventualmente la Fusion può essere collegata ad un power bank tramite la type C però uno dei problemi di questa camera è il surriscaldamento perchè la Fusion riscalda sempre.

 

Riscalda quando la carichi, riscalda quando lavora, riscalda quando la guardi, riscalda quando sta ferma senza fare niente, riscalda sempre. In teoria, per avere meno riscaldamento, si dovrebbe togliere la batteria e lasciare la Fusion collegata ad una sorgente di energia, però ci sarà un cavo che esce dalla camera. Sì, viene nascosto dallo stitching, però è scomodo e, oltre alla camera devi portare molta più roba.

Per far funzionare questa camera, come accennato prima, servono 2 microSD, di almeno classe UHS 1 da 64 GB. Se non le mettete entrambe non potete fare neanche l'upgrade di questa camera. Comprando la camera sul sito della GoPro, una microSD verrà regalata. Comprandola altrove la si può trovare ad un prezzo inferiore, ma siccome bisogna comprare comunque le microSD, si arriva sempre al prezzo ufficiale.

Parere personale : la GoPro Fusion è un'ottima camera se parliamo di video, di stabilizzazione, di stitching, colori. Un po' meno per le foto e per l'audio, però questa camera ha grossi problemi di compatibilità. In poche parole se non hai un computer performante oppure l'ultimo telefono top di gamma, puoi anche togliere la Fusion dal tuo carrello della spesa.

 

Secondo me questa è un'ottima camera però è incompleta. Ci sono delle mancanze che sicuramente verranno sistemate nel tempo però in questo momento è incompleta perchè è stata rilasciata troppo presto.

Ringrazio Salvatore Galluzzo che ha fatto i test sulle foto. Clickando quì troverete la sua pagina di facebook. Andate a vederla perchè fa foto veramente fighe.

 

Per eventuali commenti o domande, commentate sotto il video di YouTube, oppure scrivete un'email nella sezione "Chi Sono"

© Copyright. All Rights Reserved.