Mentre ero alla ricerca di nuovi modi per scattare in 360 e nuove piattaforme per creators, ho scoperto questo marchio. E ne è valsa la pena.

 

iStaging

 

Che cos'è ? Chi sono ? Cosa offre questo marchio ?

iStaging è, principalmente, un virtual tour hosting, ma non uno qualsiasi. Oltre alla creazione di virtual tours normali, è possibile inserire all'interno del tour delle interazioni, dei triggers, per rendere il tuor stesso più particolare e dargli delle funzioni utili.

Nella foto di fianco, ho caricato una singola foto perchè era un test, ma ogni foto del tour può essere personalizzata a piacimento. I tours possono essere costituiti da una singola foto (come quì di fianco) o da più foto. Il massimo dipende dal piano a cui si fa la sottoscrizione.

Ci sono diversi tipi di triggers che possiamo inserire in qualunque punto della foto sferica

 

 

HOTSPOT

Sono triggers usati per spostarsi tra le foto panoramiche e che permettono di creare il vero e proprio virtual tour. Di default ci sono 5 icone, di cui 4 frecce (che indicano diverse direzioni) e un icona con cerchi concentrici. Le dimensioni delle icone non possono essere cambiate e non si può fare alcun tipo di rotazione.

 

 

 

TAG

Triggers che servono per reindirizzare il visitatore da qualche parte attraverso un link.

i TAGs hanno una personalizzazione molto vasta. L'icona di default è una targhetta, fondamentalmente perchè è pensato per indirizzare il visitatore verso un negozio online. Ma oltre all'icona, c'è il Titolo, la descrizione, una miniatura (consigliabile un'immagine quadrata e con le dimensioni massime di 1MB), l'eventuale prezzo, il link ed il pulsante che dovrà essere premuto per aprire il link. Il pulsante può avere le scritte "Buy now","Learn more" oppure "View in AR". Il link, ovviamente, può essere qualsiasi.

Nota negativa : non si può personalizzare la scritta sul pulsante, come in VeeR Experience.

 

 

 

 

MEMO

Trigger che apre una nota con un messaggio personalizzato. Usato per scrivere qualche appunto da ricordare, oppure, per esempio, un suggerimento o un indovinello per uan caccia al tesoro VR (il limite è la propria fantasia). Il MEMO può contenere al massimo 300 caratteri.

 

 

 

 

 

 

VIDEO

Trigger che fa partire un video, per esempio di YouTube. Quando il trigger viene attivato, si apre una finestra di cui si possono decidere le dimensioni surante il settaggio del trigger video. Le dimensioni si possono scegliere sia in percentuale rispetto all'originale, sia decidendo i pixel manualmente.

Purtroppo, almeno per adesso, manca un trigger che faccia aprire una semplice foto, o anche una finestra (tipo i video), ma visualizzando una foto a 360°.

Ma la feature che mi ha fatto davvero apprezzare iStaging, è la possibilità di personalizzare l'icona del trigger. Di ogni trigger ! Quindi che sia un TAG, un VIDEO, un MEMO o un HOTSPOT, è possibile scegliere un'immagine dal PC e caricarla al posto di quella di default.

E la possibilità di inserire così tante informazioni nel virtual tour attraverso questi triggers, dà la possibilità di adattare il tour a qualsiasi situazione. Una vendita immobiliare, pubblicità di più gadgets o altri prodotti, un negozio fisico che vuole far sapere i prezzi del suo negozio attraverso un virtual tour, oppure che vuole iniziare una vendita online, oppure semplicemente vuole far vedere dove si trova il suo negozio su Maps.

La completa personalizzazione dei triggers è un vantaggio enorme per chi vuole essere libero di esprimere la propria fantasia in un virtual tour.

La particolarità di iStaging è che il marchio fornisce tutto il necessario per creare il virtual tour. Sottoscrivendo un abbonamento, vi sarà mandato un pacco contenente una lente grandangolare per smartphone, un rotator ed il visore di realtà virtuale.

Mettiamo il visore da parte e prestiamo attenzione ai primi due. Con questi oggetti, lo smartphone e l'app di iStaging chiamata VR Maker, è possibile creare delle foto panoramiche che poi potranno essere utilizzate all'interno del virtual tour.

Si mette la lente sulla camera, si posiziona il telefono in modo che la camera sia allineata con il centro del rotator e si scatta utilizzando VR Maker.

 

Con questo metodo, in circa 30 sec, si ha una foto a 360 in 8K. 8K veri ! 8192x4096

 

E non c'è bisogno di fare stitching manuale o altre operazioni perchè l'app penserà a tutto da sola.

Come sono le foto ?

Sono buone. Sinceramente migliori delle mie aspettative. Ovviamente ogni tanto capita qualche errore di stitching, soprattutto negli ambienti piccoli, però comunque le foto sono molto buone. E c'è anche la possibilità di fare l'HRD che, ovviamente ci mette più tempo per scattare le foto, però garantisce più qualità.

(Queste foto sono scattate usando VR Maker di iStaging, un Galaxy S8 con la lente ed il rotator. Tutto automatico)

(La qualità è ridotta a 4K in quando non è possibile, al momento, salvare le foto con le dimensioni originali, ovvero 8K)

Attraverso l'app mobile VR Maker è comunque possibile creare solamente i virtual tours classici. Cioè, non è possibile inserire triggers come TAG, MEMO oppure i VIDEO. È possibile inserire solo gli HOTSPOT per switchare tra una foto e l'altra. E poi, una volta finito il tour, sarà possibile condividerlo sui socials oppure su Google Street View.

 

Però attenzione, sarà possibile condividerlo su GSV solo se, prima del caricamento, la foto conteneva il geotag.

Vi spiego.

iStaging permette di creare virtual tours anche con foto già esistenti, magari scattate con altre camere, con una Reflex o con una camera all-in-one, tipo la Gear360. Non bisogna per forza usare il rotator con lo smartphone per fare la foto. Però ogni foto caricata deve contenere il geotag.

Se, per esempio, vengono fatte modifiche con Photoshop, magari per rimuovere il cavalletto, per fare color correction (anche se la color correction si può fare anche attraverso l'app di VR Maker), altre modifiche, bisogna ricordarsi di aggiungere il geotag all'interno della foto perchè altrimenti non sarà possibile condividerle su GSV.

Ovviamente sugli altri socials sì, perchè non ne hanno bisgno.

 

Di seguito vi lascio il tutorial di VR Maker per farvi vedere la creazione di un tour attraverso l'app.

La lingua è solamente italiana, senza sottotitoli perchè per i tutorial non credo siano necessari.

La creazione del tour può essere fatta anche attraverso il PC, usando il VR Editor di iStaging nel browser. Quì sarà possibile usare ogni tipo di trigger, con tutte le personalizzazioni possibili. C'è anche la possibilità di aggiungere una descrizione al tour, mettere una musica di background (tra le 10 proposte da iStaging), inserire un logo personalizzato e scegliere il colore dell'HUD del tour.

Inoltre sarà possibile salvare un'immagine, scegliendo un frame di qualsiasi foto sferica.

E infine per chi ha l'abbonamento Ultimate, l'editor browser dà la possibilità, di inserire la piantina per avere più comodità durante il posizionamento delle foto.

 

Di seguito vi lascio il tutorial di VR Editor per farvi vedere la creazione di un tour attraverso l'app.

La lingua, come per il tutorial precedente, è solamente italiana, senza sottotitoli perchè per i tutorial non credo siano necessari.

Come ho scritto poco fa, non è per forza necessario usare lo smartphone per creare le foto panoramiche perchè l'app VR Maker può essere collegata alle camere Theta V o Theta S oppure alla camera Panono.

Purtroppo non avendo nessuna di queste camere, non vi so dire qualcosa di più su questa feature.

E, oltre a queste, è possibile importare foto già esistenti dalla memoria dello smartphone o dal PC.

Allora, come vi sembra ?

 

Personalmente credo che il servizio offerto da iStaging sia ottimo. Soprattutto per chi fà il tour creator come lavoro primario. I prezzi di iStaging sicuramente non sono bassi, però i prezzi dei virtual tours non lo sono neanche. Oltre al fatto che potendo creare un virtual tour interativo aumenta il prezzo del tour stesso. E quindi facendo un virtual tour, in un giorno si può fare l'abbonamento annuale ad iStaging.

Quindi i prezzi sono, diciamo, molto equilibrati per il servizio che offre.

 

Quì avete il listino prezzi (periodicamente ci sono sconti e promozioni)

Mi piace un sacco il fatto che iStaging dia la possibilità a tutti di creare il proprio virtual tour. Non c'è bisogno di avere l'attrezzatura professionale, non c'è bisogno di avere una camera da mille mila euro perchè facendo un semplice abbonamento si può ricevere il rotator e per chi non cerca il top del top, per chi vuole solamente far vedere la propria attività, magari invitando il visitatore a raggiungere l'attività fisica, è veramente ottimo. Se si ha già l'attrezzatura professionale, è possibile scattare con quella e poi importare il tutto.

 

Ed è tutto molto semplice e un bonus da non sottovalutare è che è possibile usare esclusivamente lo smartphone per fare tutto il lavoro.

Il chè rende questa piattaforma molto interessante.

Ovviamente non tutto è perfetto.

Per le foto scattate con lo smartphone e la lente, ogni tanto c'è qualche piccolo errore di stitching, non si può editare il nadir e quindi rimuovere il cavalletto attraverso il software perchè va coperto con il logo ed il logo viene inserito sia in basso che in alto, questa è una cosa che particolarmente mi ha dato fastidio. Il fatto di dover inserire il geotag nelle foto prima di caricarle per poi peterle condividere su GSV, è abbastanza fastidioso.

Però queste cose sono tutte migliorabili. E quindi in un futuro, spero non molto lontano, iStaging potrebbe aggiornare il tutto.

 

Una feature molto interessante è la possibilità di creare la piantina del locale di cui stiamo facendo il virtual tour direttamente con lo smartphone usando la Realtà Aumentata attraverso l'app VR Maker. Feature che purtroppo, al momento, è disponibile solo per iPhone.

 

Personalmente, iStaging è il marchio, è il virtual tour hosting più comodo che abbia mai usato perchè dà tantissime features, è molto semplice lavorarci, è una delle piattaforme più facili, ed è molto accessibile.

Per chi vuole vedere qualche dettaglio in più, quì c'è la video recensione (sub-ita + sub-eng)

Vi lascio qualche screenshot fatti durante la creazione di un virtual tour sia con il VR Maker che con il VR Editor

© Copyright. All Rights Reserved.